Novità nel nostro catalogo: ALTRA RUNNING

PERCHÈ ALTRA?
Non abbiamo iniziato in un classico laboratorio, ma in una stanza nel retro di un running store ai piedi delle montagne Wasatch nello Utah. I nostri fondatori, manager in negozi specializzati sia atleti di alto livello, hanno voluto una scarpa adatta a correre che rispetti il nostro modo naturale di correre. Grazie ad anni di osservazione e di esperienza, hanno notato che il design della maggior parte delle calzature è più dannoso che benefico per i runners, maratoneti e triatleti. L’elevazione dei talloni carica eccessivamente l’impatto biomeccanico ad ogni falcata, e la stretta toe-boxc comprime le dita dei piedi a scapito del loro ruolo naturalmente stabilizzante.
Quelle che erano semplici modifiche dei modelli sul mercato si sono trasformate in un vero e proprio redesign di un nuovo ed innovativo tipo di scarpe da corsa. Il trio zero-drop, ammortizzazione e larga toe-box ha visto il giorno. Questa innovativa combinazione è stata quindi utilizzata per ridurre l’impatto ad ogni passo e permettere a piedi e dita di occupare tutto lo spazio necessario per la loro propulsione e ruolo di stabilizzazione, indipendentemente dal terreno.

FOOT-SHAPE™ TOE BOX

Le scarpe da running tradizionali hanno la toe-box a punta che comprime le dita dei piedi privandoli del loro spazion naturale. Questo aumenta il rischio di fascite plantare, calli, neuromi e dolore neuropatico, per esempio. Una toe-box più ampia permette alle dita dei piedi di occupare lo spazio di cui hanno bisogno e all’alluce di restare dritto. Ciò aumenta notevolmente la stabilità del piede e fornisce un potente effetto propulsivo garantendo una maggiore performace. Potremmo citare alcune scoperte scientifiche, ma in ultima analisi, è piuttosto semplice: non facciamo altro che restituire ai vostri piedi lo spazio di cui hanno bisogno in modo naturale.

ZERO DROP

Anni fa, il creatore del marchio Altra, ha iniziato a fondere le suole esterne delle scarpe da corsa per eliminare la materia in eccesso al livello del tallone. Il risultato era visivamente abbastanza singolare, ma una sensazione confortevole durante la corsa e i benefici fisici erano lì! Il termine “Zero-Drop” è stato quindi introdotto per descrivere la mancanza di differenza di livello tra la parte anteriore e quella posteriore della scarpa. Il piede in posizione orizzontale consente allo stesso tempo un allineamento naturale della schiena e del corpo per un impatto ridotto ad ogni passo. Lo zero-drop rafforza anche il tendine di Achille e i muscoli del polpaccio, indeboliti da anni di corsa con il tallone sollevato.